itsqarenfrdeeliwrues

Categoria: Asti Contemporanea n. 14
Editore: ISRAT
Biblioteca: ISRAT
Luogo: Asti
Anno: 2014
File: atco000124.pdf

Recensione

La prima volta che vidi Calogero fu nel 1933, a Roma, ad un Congresso hegeliano. Presiedeva Giovanni Gentile, che tenne il discorso d’apertura, Calogero era fra i relatori ed io ero fra il pubblico. Mi impressionarono la sua bravura, la sua intelligenza, il suo sguardo. Eravamo entrambi molto giovani (io avevo ventiquattro anni, lui era disoli cinque anni più grande di me), ma rimasi stupito dalla sua maturità:era giovane d’età, ma sembrava un uomo “già arrivato”.

Questo aspetto destava grande e profonda ammirazione in noi aspiranti studiosi. Calogero aveva un viso “aperto” e i suoi occhi esprimevano, per così dire, quella volontà di discussione che ne faceva un “maestro del dialogo”. Non è un caso che i ragazzi della Federazione giovanile del Partito d’Azione si rivolgessero a lui per farsi chiarire la struttura e il senso delle principali regole della discussione democratica, per essere educati alla procedura, nella fase in cui la dittatura fascista sembrava realmente potersi sostituire con un nuovo ordine.[...]

ISRAT