itsqarenfrdeeliwrues

 

Categoria: Asti Contemporanea n. 13
Editore: ISRAT
Biblioteca: ISRAT
Luogo: Asti
Anno: 2011
File: atco000109.pdf

Recensione

La storia della presenza italiana in Etiopia affonda le sue radici anche nell’avventurosa esperienza di un vescovo astigiano, poi divenuto cardinale, Guglielmo Massaja (al secolo Lorenzo Antonio),di cui nel 2009 sono stati ricordati i duecento anni dalla nascita e i 120 dalla morte. Il cardinal Massaja era nato l’8 giugno 1809 nella frazione La Braja del comune di Piovà d’Asti, settimo degli otto figli di Giovanni Domenico e di Maria Lucrezia Bertorello (contadini di discrete condizioni economiche).

Nel gennaio 1824 era entrato nel Seminario di Asti, dove il suo direttore spirituale Angelo Longhi – dopo averne constatato il desiderio di dedicarsi all’evangelizzazione di nuovi mondi – gli aveva consigliato di entrare a far parte dei frati Minori cappuccini, ordine che vantava una lunga tradizione missionaria e notevole diffusione nel regno sabaudo.[...]

ISRAT