itsqarenfrdeeliwrues

 

Categoria: Asti Contemporanea n. 16
Editore: ISRAT
Biblioteca: ISRAT
Luogo: Asti
Anno: 2017
File: atc000151.pdf

Recensione

Introduzione.

Nel maggio 1924, nel grande appartamento al secondo piano del numero 3 di piazza Alfieri ad Asti, entra un nuovo inquilino, un avvocato toscano di poco più di quarant’anni, con moglie, sorella e tre figlie: Umberto Grilli.È un socialista riformista, che aveva aderito al partito giovanissimo a Volterra, sua città natale, e aveva partecipato alle durissime lotte dei minatori e dei metallurgici toscani in età giolittiana.Deputato tra il 1919 e il 1921, aveva cercato di contrastare l’affermarsi del fascismo e si era battuto nelle aule dei tribunali di tutta Italia, difendendo gli esponenti della sinistra che avevano reagito al dilagare della violenza mussoliniana in processi nei quali spesso i giudici parteggiavano apertamente per i fascisti.Era stato una delle prime vittime dello squadrismo: il suo ufficio e la sua abitazione erano stati distrutti a Grosseto nell’estate del 1921 da una banda di camicie nere che aveva terrorizzato la sua famiglia.Giunge ad Asti invitato da esponenti del partito socialista locale, prende possesso dell’alloggio in cui era vissuto fino alla morte, avvenuta un mese prima, Annibale Vigna, primo sindaco socialista di Asti, e qui resterà fino al decesso nel 1951 [...]

ISRAT