itsqarenfrdeeliwrues

 

Categoria: Asti Contemporanea n. 16
Editore: ISRAT
Biblioteca: ISRAT
Luogo: Asti
Anno: 2017
File: atc000153.pdf

Recensione

I luoghi.

Chi da Canelli, oltrepassata la ferrovia, sale per lo stradone tra declivi di vigne disposte in spazi irregolari, dettati dalle modulazioni delle colline intorno, trova in cima all’erta, su un poggio, una torre diroccata e poco sotto la chiesa e le case del paese a scendere verso la piazza: questo è Cassinasco. Un antico borgo medioevale a belvedere tra Valle Belbo e Valle Bormida, tra Langa Astigiana e Monferrato. Una terra di confine e di passaggio.1 A girare gli occhi tutt’intorno si scorgono ondulazioni ininterrotte di colline alte, grandi, morbide che si inseguono fino ad appoggiarsi alle pareti delle Alpi, e poi paesi sulle vette, ognuno con la sua torre o un campanile. All’ingresso di Cassinasco una scritta fascista su un muro annerito dal tempo: «Il popolo italiano ha creato con il suo sangue l’impero. Lo feconderà con il suo lavoro. Lo difenderà contro chiunque con le sue armi».La borgata dei Gibelli, un gruppo di casupole annerite distribuite su un dolce crinale al riparo di una gobba, dista circa quattro chilometri dal paese ed è teatro della nostra storia. [...]

ISRAT